rubertelli

HAIR & BEAUTY | DONNA & UOMO

Come l'Unione Artigiani si attiva per aiutare la crescita degli imprenditori

Descrizione immagine

Le piccole e medie imprese sono rappresentate da grandi talenti e potrebbero essere loro le grandi aziende del domani. Nelle grandi crisi, in passato, sono stati gli artigiani e le piccole aziende a risollevare le sorti economiche del paese; l’avvento della globalizzazione, la grande distribuzione e le imitazioni dei marchi hanno creato un abbassamento qualitativo del brand "Milano-Moda-Design".

Il segretario degli artigiani Marco Accornero sta aiutando a risolvere questo problema con un nuovo marchio: "So Italy", con l'obiettivo di valorizzare in tutto il mondo la manifattura, ovvero un prodotto tutto e solo fatto a mano. "So Italy - luxury bandmade-co" è un brand che cura e sviluppa il prodotto italiano. Il momento attuale è infatti denso di richiesta da parte del mercato di un prodotto creativo e a costo inferiore, anche da parte dei clienti stranieri e grazie all’expo si può contare su una straordinaria vetrina.

Anche il parrucchiere può a pieno merito essere incluso nell'eccellenza artigianale, che si è un po' persa con le nuove generazioni e con il "fai da te" oggi molto diffuso. Un amico collega americano giorni fa, passeggiando per Milano, mi faceva proprio notare come mal pettinate siano le donne italiane. Ho dovuto dargli ragione e convenire come donne giovani e meno giovani portino capelli esageratamente lunghi o con tagli di capelli spesso disastrati. Sono convinto che ci sia bisogno di un confronto costruttivo e con l’aiuto di "So Italy" si potrebbe realizzare un progetto analogo a quello sperimentato per gli stilisti.

L'uomo nel taglio è meno peggio della donna, nonostante gli ancora troppo numerosi casi di capigliature realizzate con la macchinetta "fai da te", con rasatura degradante laterale e cresta centrale modello "Balotelli". Fortunatamente le tendenze si stanno spostando su uno stile anni Quaranta - Cinquanta e forse si potrà avere un miglioramento, sempre che ci vengano incontro i grandi leader sportivi, che influenzano i giovani che ora si conciano in modo ridicolo.

Un’organizzazione che attiri l’attenzione sui mercati con dei prodotti di scuola di stile e informazioni tecniche, che sensibilizzazione al buon gusto, potrebbe dare una svolta al nostro cliente uomo.

Colleghi come me, preparati in accademia, con conoscenza delle evoluzioni di stile del passato, possono contribuire a dare spessore a questo nostro mestiere, creativo e ricco di soddisfazioni, dove vediamo nell’immediato il prodotto finito della nostra creatività e abilità artigianale. L'Unione Artigiani e il suo segretario aspettano i nostri suggerimenti per un nuovo impulso alla nostra attività e superare le difficoltà attuali.

 

Alfredo Rubertelli