rubertelli

HAIR & BEAUTY | DONNA & UOMO

Moda Uomo 2015: le sfilate 

Descrizione immagine

Issey Miyake, Sfilata Uomo Paris Fashion Week 2014

 

Da sempre la moda è un settore particolarmente attento a ciò che accade nella realtà. Così queste ultime stagioni sono state caratterizzate da riflessioni riguardo al cambiamento di costume, fra eleganza formale e abbigliamento sportivo: così si assiste all'accostamento dell'abito con il gilet e accessori, come ad esempio le scarpe, che provengono dall'ambito dello sportswear.

Sembra che gli uomini vogliano essere eleganti ma comodi e indossano con disinvoltura scarpe stringate senza calze, come fossero mocassini. Si parla così di un maschio "pavone" attento ai dettagli anche coloratissimi e di un nuovo "rinascimento" sartoriale; ma il formale ha scelto anche una forte ispirazione al mondo dello sport: pantaloni morbidi effetto tuta, bermuda e borsoni a tracolla. Anche le scarpe, come si diceva eleganti, diventano colorate come fossero scarpe da atletica. A questo riguardo un giornalista ha coniato la felice definizione "atletici pavoni metropolitani". Poi si sa che le sfilate presentano prodotti no sempre "portabili", sia per l'uomo che per la donna, ma le loro proposte orientano comunque le tendenze. L'uomo della strada ignora tutto questo, ma ne subisce comunque i cambiamenti di costume.

Questo uomo sartoriale, atletico e pavone, come sarà pettinato? Sicuramente in modo non casuale. Sceglierà un taglio di capelli che potrà essere adatto tanto allo stile elegante che a quello sportivo. Allungherà un po' i capelli e ritornerà al taglio a forbice, rinunciando alla macchinetta che spesso usava da solo. Dovrà ricorrere al parrucchiere per farsi studiare uno stile in base al suo portamento e modo di vestire. Prenderà anche in considerazione una colorazione con riflessi tono su tono, o sfumature bianche o bionde. Il nostro uomo-pavone vorrà piacere e piacersi e potrà sperimentare per la prima volta il colore, soprattutto se vorrà essere diverso ed esprimere creatività e originalità. Sottolineo che la testa rasata sarà sempre un cavallo di battaglia per chi i capelli non li ha, o neha pochi; il rasato evidenzierà gli accessori del suo modo di vestire in modo ancora più vistoso, non potendo il suo stile contare sull'ornamento della capigliatura e curerà infine la barba o il pizzetto, sempre molto apprezzati e in aumento anche per chi i capelli li ha.

  

Alfredo Rubertelli