rubertelli

HAIR & BEAUTY | DONNA & UOMO

Gatsby Style

Descrizione immagine

Ritorna al cinema un film con un personaggio che ancora oggi può ispirare esteticamente il nostro uomo. Si tratta de “Il grande Gatsby”, dalla penna di Francis Scott Fitzgerald, ambientato nei ruggenti Anni Venti. Nella versione del 19XX erano Robert Redfort e Mia Farrow, e fu un grande successo. Oggi sono Leonardo Di Caprio e Carey Mulligan  ed il film è destinato a subissare il successo del precedente.

La storia e la trama del film sono noti: Fitzgerald descrive il suo personaggio Gatsby in tutta la sua carica seduttiva di dandy degli anni Venti, dove il repertorio estetico gioca un ruolo fondamentale.

Prima di tutto l’abito impeccabile della sartoria Brooks Brothers di Beverly Hills, sportivo un po’ gualcito con la camicia con il colletto soffice botton-down, oppure rigido per l’abito elegante. Le decine di camicie di seta, di tutti i colori con le cifre blu. Le scarpe su misura, stringate e bicolore. L’automobile decapottabile color panna con i sedili verdi e, punto di forza, la pettinatura bella e impeccabile che diventò un modello: la capigliatura, con la lunga scriminatura laterale, rimane aderente alla testa grazie alla brillantina. Il taglio, carrè, lungo davanti e con nuca quasi rasata. Uno stile, a diverse riprese, ripetuto in tempi successivi, anche da uomini senza pretese da dandy ed anche oggi, per uno stile particolarmente elegante, con la brillantina sostituita dal gel o da una cera.

L’interprete femminile, Carey Mulligan, è vestita da Miuccia Prada, che molta ricerca dedica sempre alle sue creazioni: lo stile Anni Venti domina anche la sua ultima collezione e Vogue America le ha già dedicato una copertina. Questo stile Prada Anni Venti sarà protagonista al Festival di Cannes, all’Epicentro Prada di New York e Tokio e il 30 giugno all’I.F.C. Mall di Shangai. Agli Anni Venti è anche dedicata la prossima collezione Brooks Brothers.

Tutto ritorna quindi e, aggiungo, quando una cosa è bella è giusto che venga riproposta con le dovute rivisitazioni, in tutti i campi del costume, dell’arte e del design.

Detto ciò , vogliamo scommettere che nel futuro l’uomo si vestira e si pettinerà nello stile del Grande Gatsby? Dopo tanto spettinato e rasato-fai-da-te, un ritorno “al bello”, che può anche creare nuove opporunità creative ed economiche per noi parrucchieri.

 

Alfredo Rubertelli